Marcos, prescritti i reati del 1995

Il giudice federale Juan Marcos Dávila martedì scorso ha decretato la prescrizione dei reati di terrorismo sedizione, sommossa, ribellione e cospirazione per cui nel 1995 fu spiccato mandato di cattura contro il subcomandante insurgente Marcos ed altri membri dell’Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale (EZLN).

(….). Il giudice ha stabilito la prescrizione di tutti i reati il 12 febbraio scorso, 21 anni dopo l’emissione del mandato di cattura contro i leader zapatisti.

(Il subcomandante Marcos, durante un evento a Tuxtla Gutiérrez, il 25 febbraio 2001. Foto José Carlo González)

Nel 2001 Marcos partecipò ad una carovana zapatista che percorse varie entità del paese, fino ad arrivare a Città del Messico. Allora, il governo del presidente Vicente Fox Quesada decise di non eseguire i mandati di cattura contro i dirigenti zapatisti; tuttavia, gli ordini di cattura sono sempre stati attivi. (…)

Il 9 febbraio 1995, il governo del presidente Ernesto Zedillo Ponce de León, attraverso l’allora titolare della Procura Generale della Repubblica (PGR), Antonio Lozano Gracia, in una conferenza stampa “identificò” nel subcomandante Marcos “Rafael Sebastián Guillén Vicente” e disse che era stato spiccato un’ordine di cattura contro di lui ed altri leader zapatisti. (…)

Quella stessa notte, Lozano Gracia annunciò l’inizio di un operativo poliziesco-militare nel municipio chiapaneco di Guadalupe Tepeyac, in particolare a Las Margaritas, principale bastione zapatista, col fine di catturare Marcos. Benché non riuscì a catturare il dirigente dell’EZLN, le forze federali e la PGR riuscirono a catturare quello stesso anno Javier Elorriaga Berdegué, comandante Vicente; Jorge Santiago Santiago, Sebastián Entzin Gómez e María Gloria Benavides Guevara, comandante Elisa. (…)

Quattro giorni prima di questi arresti, l’allora segretario di Governo, Esteban Moctezuma Barragán, si era riunito con Marcos ed altri capi zapatisti ed avevano pattuito uno storico accordo di pace, del quale era informato il presidente Ernesto Zedillo. Tuttavia, dallo stesso governo federale arrivò il contrordine: catturare il subcomandante.

(…)

I dirigenti dell’EZLN beneficiati dalla prescrizione sono: Javier Elorriaga Berdegué,comandante Vicente; Jorge Santiago Santiago, Sebastián Entzin Gómez, María Gloria Benavides Guevara, comandante Elisa; Filiberto Gómez Díaz, Miguel Gómez Díaz, Carlos Gómez Díaz, Israel Gómez Díaz, Pedro Velazco Pérez, Venancio Hernández Jiménez, Mercedes García López, Antonio López Santís, José Luis Santís Pérez, Mariano Santís Vázquez, Arnulfo Pérez Aguilar y Domingo Pérez Aguilar.

Da La Jornada del 24.02.2016
http://www.jornada.unam.mx/2016/02/24/politica/005n1pol
Alfredo Méndez

 

Leave a Reply

Releated

È il socialismo democratico il Sogno Americano?

di John Bellamy Foster Tra gli effetti del successo della campagna di Bernie Sanders c’è quello di trovare un articolo di un marxista come John Bellamy Foster, il direttore della Montly Review, sul Washington Post. Il socialismo tornerà di moda! Buona lettura! Il reddito nazionale può essere paragonato a una torta. Se tra un anno e l’altro la torta […]

La svolta dei comunisti spagnoli

di Davide Costa e Paolo Rizzi – Izquierda Unida (IU) nasce come coalizione elettorale e collage di sinistra nel 1986 in un periodo in cui il movimento comunista internazionale risentiva della crisi profonda dell’URSS e del “socialismo reale” che da lì a pochi anni sarebbe crollato. Il PCE di Santiago Carrillo d’altra parte era stato, insieme […]